End Summer Camp 2017 – Io C’ero

- Io c'ero, Mozilla

Dopo lo Sha2017 sono stato invitato a partecipare all’End Summer Camp vicino Venezia e mi sono organizzato andando con Eugenio per conto di Mozilla Italia.

Lo stand

Nel programma dell’evento avevamo due workshop uno sulle estensioni ed uno sulla realtà virtuale insieme ad un talk su Mozilla ma purtroppo le condizioni meteorologiche ci hanno impedito di stare tutti i giorni come da programma e siamo tornati in anticipo.

Abbiamo avuto la possibilità di fare un stand veramente bello grazie alle cose raccolte negli anni e come stand all’aperto faceva la sua scena.

@mozillaitalia at @endsummercamp #esc2k17 #mozilla

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Waiting for internet to get working the monitor at @endsummercamp @mozillaitalia

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

@mozillaitalia c'è al @endsummercamp

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Avendo avuto alla fine lo spazio per due stand abbiamo deciso di usarne uno per fare lo spazio di hacking/programmazione e per chiacchierare e al secondo giorno c’era sempre qualcuno!

Mozilla Italia and a frame #mozilla @i_genius

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

@mozillaitalia and @i_genius @aframevr

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

My talk today about webextension at @endsummercamp #mozilla

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Lo spazio poi ci ha suggerito di fare i talk all’aperto invece di farli dentro al tendone ma come si vede non c’era abbastanza spazio per tutti.

La pioggia

In tenda siccome non si dormiva ho voluto girare un video per sdrammatizzare il fatto che avevo sonno!

Bye from my 🎪 at @endsummercamp

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Commenti

Visto il gruppo di persone sempre presente con cui parlavamo abbiamo fatto anche un altro talk dedicato ai Firefox DevTools per ché il pubblico non conosceva JavaScript e quindi abbiamo ritenuto fosse meglio spiegare come funzionano gli strumenti e la pagina stessa.

Abbiamo potuto promuovere Firefox Nightly, Rust e altro chiacchierando con i partecipanti.

L’evento dimostra ancora una volta che ad un pubblico di hacker o sistemisti la programmazione JavaScript non interessa anche se quello che permette di farlo si. In futuro si possono valutare dei talk proprio sulla programmazione JavaScript o altre tipologie di talk di più sulle tecnologie e cosa fanno invece di argomenti di sviluppo quindi ad esempio uno dedicato a Firefox o nei vari progetti di Mozilla meno conosciuti.

L’evento è stato utile per raccogliere feedback riguardo la promozione della Nightly, abbiamo ricevuto dei commenti “Mi hai convinto e sono passato alla Nightly ed è velocissima!”, “funziona veramente bene” o “gli screenshot sono veramente utili!”

Ho potuto aggiungere delle persone su Telegram o via email perché volevano rimanere in contatto. Infatti abbiamo cercato di andare oltre al dare il biglietto da visita da volontario ma cercare di avere un contatto post evento che porta più frutto in termini di coinvolgimento e possibilità di volontario.

Un giorno e mezzo di evento alla fine ci è bastato per capire l’evento e cosa fare meglio per il prossimo. Ad esempio meno tavolini ma più dimostrazioni e progetti Mozilla da far vedere ad un pubblico di questo tipo come observatory.mozilla.org per citarne uno oppure progetti riguardo la sicurezza.

Visto il pubblico in molti hanno chiesto riguardo Thunderbird ma al momento la situazione è stagnate e non ci sono novità.

La roba elettronica che ho portato senza un test è inutile portarla ma tornato a casa ho sistemato tutto per esserne sicuri. I led non funzionavano per via di cavi inveritit (si sono tonto) ma in ogni caso i cavi sono troppo corti per essere collegati all’alimentatore ed Arduino mentre la UDO x86 ora funziona.

Bisognerà aspettare che il progetto iot di Mozilla si evolva prima di presentarlo ma il pubblico sembra essere quello adatto. Inoltre si può pensare anche ad un momento di live coding ma ho potuto mostrare quakejs.com e vedere che si può giocare da browser e quanto ha intrigato moltissimo i partecipanti.

Il dettaglio dello spazio di hacking dove poter parlare con le persone dimostra di funzionare perché permette di fare incontri 1:1 e parlare del più e del meno e far appassionare la gente.

Tornato a casa un post su Reddit ha attirato la mia attenzione (dopo il workshop su A-Frame), in poche parole la gente si è interessata e ne ha voluto parlare.

A-Frame: una libreria per la virtual reality, compatibile con browser, headset e cardboard from ItalyInformatica

Gli stessi giorni abbiamo anche superato i 1500 mi piace su Facebook!

All the stuff released in this website, where the author is Daniele Scasciafratte, is under the GPL 2.0 license except when the resources have their licenses.

Lascia un commento